Home Articoli Investimenti esteri in Toscana: 1,55 miliardi di euro in 4 anni

Investimenti esteri in Toscana: 1,55 miliardi di euro in 4 anni

Investimenti esteri in Toscana

Negli ultimi 4 anni (2010-2014) in Toscana sono arrivati 1,55 miliardi di euro provenienti da investimenti stranieri, che hanno permesso di creare oltre 3000 posti di lavoro.

“Qui abbiamo relazioni istituzionali amichevoli – spiega Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana, all’incontro con gli imprenditori Usa – un ufficio che si occupa di attrazioni degli investimenti, finanziato la banda larga, anticipato i fondi europei destinati alla ricerca, investito sugli aeroporti di Pisa e Firenze e sui porti di Piombino e Livorno, approvato una nuova legge sulla formazione professionale e una qualità delle risorse umane davvero notevole. Insomma in Toscana aiutiamo le imprese a trovare le soluzioni ai loro problemi e talvolta concediamo loro finanziamenti per farlo”.

La Toscana, ha precisato Rossi, si impegna ad agevolare le relazioni con il territorio e anche con gli organi sindacali, permettendo in questo modo di favorire gli investimenti e la creazione di valore e lavoro.

“Godiamo di una pace sociale che insieme ai protocolli di insediamento per le imprese in grado di fornire aiuti fino a 20 milioni di euro e a tutto il lavoro che abbiamo condotto in questi anni, rappresenta la chiave di svolta per chi vuole investire in questa regione.”

Le ragioni per investire in Toscana, spiega Rossi al Board della American Chamber of Commerce, che corrisponde alla Confindustria italiana, sono davvero moltissime e la Regione stessa si pone come interlocutore e strumento d’aiuto primario.

Il settore che riesce ad attrarre i maggiori investimenti resta attualmente il settore immobiliare, non solo dal lato residenziale (soprattutto nei grandi capoluoghi) ma anche dal lato commerciale dove l’acquisto di uffici, hotel, capannoni e magazzini richiamano capitali internazionali.

Riuscire ad attrarre investimenti esteri sul suolo italiano, in termini di capitale finanziario ed umano, permette di partecipare alla creazione del valore globale e soprattutto di creare lavoro.

Proprio per questo la Regione Toscana crea continuamente punti di incontro tra imprenditori italiani e stranieri per favorire gli investimenti sul suolo regionale, sia online che offline.

Online è il network  Invest in Tuscany, coordinato dal Settore attrazione investimenti della Regione e in collaborazione con Toscana Promozione (Agenzia di Promozione Economica in Toscana) che si pone come interlocutore preferenziale per aziende e investitori stranieri che vogliono investire sul suolo regionale.

Offline invece, la Regione Toscana, favorisce continuamente incontri tra imprenditori italiani e stranieri, come la tavola rotonda del 24 febbraio 2015 che ha visto presenti presso la presidenza regionale imprenditori Usa e imprenditori italiani.

 

L’obbiettivo è quello di migliorare gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni in Toscana (3% in più di occupazione) aumentando del 1,2% la crescita del PIL toscano e del 4,4% il volume dell’export.

 

Inserisci un commento