Home Articoli Conto deposito, come funziona e quale scegliere

Conto deposito, come funziona e quale scegliere

Il conto deposito è una forma di conto bancario, specifica per consentire al cliente di risparmiare il proprio denaro. Una volta aperto un conto deposito, la persona indicata nel contratto può effettuare solo minimi prelievi o nuovi versamenti di denaro. In questo modo la somma già depositata può aumentare a scadenza regolare, in base al tasso di interesse applicato, che viene concordato dalla banca al momento della firma del contratto.

In base all’utilizzo che si prevede per i soldi depositati, si può scegliere tra un conto deposito libero o vincolato.

Il conto deposito libero consente di prelevare una certa somma, purché non si superi il limite prestabilito, sfruttando comunque gli interessi annuali applicati.

Il conto deposito vincolato, invece, non consente assolutamente il prelievo, ma solo il versamento di nuovi fondi. Il tasso d’interesse previsto è maggiore, ma nel caso in cui ci fosse l’urgenza di ritirare una parte del denaro depositato, si dovrà pagare una penale.

Il conto deposito conviene soprattutto per chi prevede l’investimento a lungo termine di una certa somma di denaro, ad esempio per creare un fondo per pagare gli studi futuri ai propri figli.

Se siete interessati ad aprire un conto deposito, mettete a confronto una serie di punti.

Per prima cosa, fate attenzione al tasso di interesse annuo lordo o TAN, che è quello che verrà effettivamente applicato. Quindi valutate se il contratto preveda costi di apertura o chiusura e per le singole transazioni. La maggior parte delle banche non prevede queste spese aggiuntive.

Una volta che avrete considerato tutti i pro e i contro, potrete orientarvi più facilmente nella scelta del conto deposito che fa al caso vostro.

Inserisci un commento