Home Banche BOT e conti deposito: dove investire i propri risparmi?

BOT e conti deposito: dove investire i propri risparmi?

In questo periodo di crisi, sono molte le persone che preferiscono tagliare i costi mensili, pur di racimolare una certa parte del proprio denaro alla fine del mese. Uno dei modi più efficaci per ottenere un discreto margine di guadagno dai propri risparmi è rappresentato da conti deposito e BOT.

Cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche di queste due forme di investimento e quale può essere più conveniente.

Il conto deposito non è altro che un modo semplice per affidare i propri risparmi ad una banca o ad un ente specializzato, in grado di garantirci non solo di conservare il nostro denaro al sicuro da ogni rischio, ma anche di vederlo aumentare nel corso del tempo.

Quando si sceglie di aprire un conto deposito, infatti, si accetta che la banca applichi un tasso d’interesse al denaro investito, che quindi aumenterà progressivamente in base all’entità del tasso applicato.

Al tempo stesso, la banca tratterrà una piccola percentuale dalla somma aggiuntiva, solitamente pari al 20%, ma mai dal nostro risparmio originario, che resterà invariato.

Per quanto riguarda i BOT, invece, si tratta dei cosiddetti Buoni Ordinari del Tesoro. Questi vengono rilasciati dal Ministero del Tesoro nel tentativo di sanare il debito pubblico.

Possono avere una durata variabile, mai inferiore ai 3 mesi. Quando si sceglie di acquistare un BOT, si sa già quale sarà l’ammontare dell’investimento, perché indicato proprio dallo stesso Buono.

Al valore d’acquisto, infatti, si aggiunge una percentuale prestabilita, che si potrà ottenere allo scadere del termine di validità.

I BOT possono essere acquistati mediante un’asta oppure tramite degli investitori che hanno intenzione di rivendere i propri, purché siano ancora validi. Il valore non deve essere inferiore ai mille euro.

Possiamo quindi affermare che i BOT sono la soluzione ideale soprattutto per chi desidera ottenere un certo guadagno, in tempi abbastanza brevi, senza rischiare che l’andamento finanziario faccia oscillare i tassi d’interesse.

Al contrario, i conti deposito rappresentano un’ottima idea per i piccoli risparmiatori che non prevedono un immediato utilizzo del denaro da investire, per cui possono lasciarlo nelle mani della banca, per ottenere un guadagno sempre più elevato nel corso degli anni.

Inserisci un commento